I sintomi del gioco d’azzardo patologico

Sono numerosi i sintomi del gioco d’azzardo patologico, tra i principali anche l’irascibilità. Ricordiamo i più comuni della GAP, sigla con la quale si indica il Gioco d’Azzardo Patologico. Quali sono i sintomi che potrebbero far pensare di essere di fronte a un caso di ludopatia? E che dovrebbero indurre a chiedere aiuto a un centro specializzato quale il SerT?

I sintomi del gioco d’azzardo patologico

Iniziamo dal ritrovarsi più volte a giocare somme più alte di quelle preventivate. Ripetere a se stessi: «Domani smetto». Tardare o mancare a un appuntamento per il gioco. Sentirsi in colpa perché si ritiene di aver giocato oltre le proprie possibilità. Litigare sempre più spesso in famiglia per colpa del gioco. Tornare a giocare con l’obiettivo di recuperare il denaro perso. Chiedere prestiti o vendere beni per raccogliere capitali da gettare nel gioco. Giocare più soldi per provare la stessa sensazione di eccitazione.

Ecco altri segnali

Si continua poi con il pensare di avere problemi di salute10 causati dal gioco d’azzardo. Giocare per fuggire da problemi, da sentimenti di ansia o tristezza. Perdere lavoro, relazioni, opportunità di carriera a causa del gioco. Mentire costantemente sul denaro speso al gioco. Commettere crimini per recuperare il denaro perso. Sentirsi irritabile quando si cerca di interrompere il gioco. Continuare a giocare nonostante le possibilità di vittoria siano minime o nulle.