Scorretta esposizione al sole, ecco cosa rischiamo

Scorretta esposizione al sole, può provocare diversi problemi. Si tratta sicuramente di questioni meno gravi rispetto al melanoma cutaneo (il tumore della pelle), ma che sono comunque da tenere in considerazione. Partiamo quindi dagli occhi: sì, anche gli occhi possono essere danneggiati dal sole. Gli effetti più frequenti sono la fotocheratite e la fotocongiuntivite, praticamente una vera e propria scottatura degli occhi (in aggiunta aumentano i rischi di cataratta).

Scorretta esposizione al sole, i rischi

Oltre alle problematiche di cui abbiamo già parlato la pelle poi soffre di invecchiamento precoce, perdendo progressivamente elasticità e idratazione. Si traduce in rughe, pieghe d’espressione maggiormente visibili e solchi. É il cosiddetto foto-aging, processo biologico tanto temuto da chi ha molto a cuore il proprio benessere estetico. Inoltre non bisogna scordarsi delle scottature, note anche come eritemi solari: si tratta di lesioni cutanee che si verificano inizialmente come rossori ma che in casi più gravi possono generare dolorose vesciche e portare addirittura a soffrire di nausea e vertigini.

Il sole non fa male ma…

Abbiamo quindi analizzato problemi a breve termine e altri più a lungo termine: in definitiva si può affermare che il sole non fa male alla nostra salute, ma una esposizione sbagliata sì. Protezione e prevenzione devono quindi essere le parole chiave per l’estate: perché l’abbronzatura selvaggia non ha un vero senso logico. Meglio avere pazienza e «colorare» la propria pelle con un’esposizione adeguata, piuttosto che rischiare di danneggiarla.